Aspetti clinico-funzionali dell’impianto cocleare in età pediatrica: nostra esperienza



  • MANUELA MAZZOLI, VIRGINIA CORAZZI, NICOLA MAZZA, LAURA NEGOSSI, MONICA ROSIGNOLI, STEFANO SAVINI, RITA TAZZARI, ANDREA CIORBA, CLAUDIA ALMONI
  • Vol. 2 (No. 1) 2017 Gennaio/Aprile - Articolo originale, 67-70
  • Full text PDF
  • Versione Italiana: L’ipoacusia infantile può essere congenita o acquisita e può essere classificata in prenatale, perinatale e postnatale in base all’epoca di insorgenza. Per quanto una parte dei casi di ipoacusia infantile rimanga ad eziologia idiopatica, tra le cause più frequenti si annoverano quelle genetiche, infettive, tossiche. Si annoverano, inoltre, fattori di rischio per l’insorgenza di ipoacusia neurosensoriale ad esordio tardivo o progressivo, che implicano uno stretto follow-up audiologico per i primi anni di vita. Grazie all’applicazione dei protocolli di screening uditivo neonatale, è possibile individuare precocemente ipoacusie di grado moderato-severo, così da poter impostare in modo tempestivo il più appropriato approccio terapeutico-riabilitativo in modo da garantire al piccolo paziente un adeguato sviluppo del linguaggio. Nelle forme di ipoacusia severo-profonda, laddove le protesi acustiche tradizionali non sono in grado di garantire un adeguato guadagno uditivo, l’impianto cocleare (IC) sostituisce la funzione cocleare, fornendo una stimolazione diretta del nervo acustico. Obiettivo di questo lavoro è descrivere gli aspetti clinico-funzionali, ed eziologici, dei pazienti pediatrici ipoacusici e sottoposti ad IC tra Gennaio 2011 e Dicembre 2015, presso il Servizio di Audiologia dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria Sant’Anna di Ferrara.

    English Version: Hearing loss in children can be congenital or acquired and it can be classified in prenatal, perinatal and postnatal, considering the time of occurrence. Although some cases of hearing loss remain idiopathic, the most frequent reported causes are genetic, infectious, toxic. Furthermore, it has been recommended a tight audiological follow-up in the first years of life, especially when risk factors for late onset or progressive sensorineural hearing loss occur. Nowadays, since the presence of newborn hearing screening programs, it is possible to early identify hearing loss in children, and therefore to set up a prompt therapeutical-rehabilitative program, by hearing aids in those affected by moderate/severe hearing loss, by cochlear implant in those affected by severe/profound hearing loss. The present study describes the etiology of hearing loss and the functional outcomes after cochlear implantation in a group of children treated at the Audiology Department of University Hospital of Ferrara between January 2011 and December 2015.

  • KEY WORDS: Ipoacusia infantile - screening uditivo neonatale universale - riabilitazione uditiva - impianto cocleare - ipoacusia genetica - citomegalovirus - sviluppo del linguaggio - neuroradiologia pediatrica. Hearing loss in children - universal neonatal hearing screening - audiologic rehabilitation - cochlear implant - genetic hearing loss - cytomegalovirus - language abilities development - pediatric neuroradiology.