La disfonia come fattore predittivo del quadro disfagico nel paziente con Sclerosi Laterale Amiotrofica



  • CHIARA MEZZEDIMI, ENZA VINCI, LUDOVICA LIVI, WALTE LIVI
  • Vol. 2 (No. 1) 2017 Gennaio/Aprile - Articolo originale, 73-78
  • Full text PDF
  • Versione Italiana: La sclerosi laterale amiotrofica (SLA) è la più comune malattia degenerativa del sistema motoneuronale ad insorgenza in età adulta. Nel 30% dei casi la disfagia è il sintomo d’esordio nella SLA e nel corso della malattia si manifesta nell’80% dei casi. Scopo di questo studio è quello di analizzare il rapporto tra due disturbi di prevalente interesse foniatrico del paziente con SLA, ovvero la disfonia e la disfagia, e valutare se in particolare le alterazioni spettro acustiche della voce corrispondono al grado di disfagia, ai fini di migliorare la tempestività della presa in carico del paziente e quindi la sua qualità di vita. Fra ottobre 2015 e settembre 2016 presso l’ambulatorio di foniatria e logopedia dell’U.O. di Otorinolaringoiatria dell’Azienda Ospedaliera Universitaria di Siena sono stati valutati 16 pazienti affetti da SLA. Ogni paziente è stato sottoposto a valutazione foniatrica e logopedia con analisi spettro acustica della voce e valutazione endoscopica della deglutizione subito dopo la diagnosi neurologica di SLA, dopo 2, 4 e 6 mesi. In 12 dei 16 pazienti, è stato osservato un parallelismo tra l’aumento delle anomalie acustiche oggettive (diminuzione del parametro di maximum pitch, aumento dei valori di perturbazione di frequenza ed ampiezza) e l’insorgenza di disfagia moderata. In particolare la variazione del maximum pitch si discosta in maniera statisticamente significativa dai valori di riferimento (p<0,01). Nei 4 pazienti in cui non si è manifestata tale variazione nella qualità vocale, anche il quadro deglutitorio è rimasto invariato. Pertanto, non solo disfonia e disfagia hanno mostrato lo stesso decorso clinico, ma hanno anche messo in evidenza correlazioni specifiche e vantaggiose per una visione globale del problema. Il nostro studio fornisce pertanto uno strumento in più per la valutazione della disfagia di questi pazienti: la valutazione spettro acustica della voce e soprattutto il maximum pitch è estremamente semplice e di facile ottenimento. Sebbene il campione utilizzato sia esiguo, ci indica comunque che la riduzione del valore della frequenza massima si associa a disfagia. Questo ci può essere di aiuto nell’essere ancora più tempestivi nella presa in carico logopedia del paziente e quindi nel migliorarne la qualità di vita.

    English Version: Amyotrophic lateral sclerosis (ALS) is the most frequent progressive motor neuron disease that affects adults. In 30% of cases, dysphagia is one of the first symptoms and in 80% of cases dysphagia occurs during the development of the disease. The aim of the study is to investigate the relationship between dysphonia and dysphagia and mostly to discover if the alterations of spectroacoustic analysis of ALS patients voice are related with the severity of dysphagia in order to improve these patients’ life quality. From October 2015 to September 2016, 16 ALS patients have been evaluaed at the ENT Department of Siena Universital Hospital. Each patient underwent phoniatric evaluation and logopedic examination, performing spectroacoustic study of voice and endoscopic evaluation of swollowing, immediately after diagnosis of ALS (2, 4 and 6 months). In 12 of the 16 patients there was a relationship between dysphonia nd dysphagia: the decreasing of maximum pitch, the increasing of Jitter and Shimmer were related with moderate dysphagia. The values of maximum pitch were statistically different from normal values (p<0,01). The other 4 patients that did not show modifications of the spectroacoustic paramethers, did not develope dysphagia. Our study suggests a simple tool to evaluate ALS patients dysphagia: spectroacoustic analysis of voice is a very easy exam to perform and seems to be related with the severity of dysphagia. Other studies could be performed with a wider sample of patients, however it suggests a tool to perform a sudden evaluation of dysphagia in ALS patients and consequently to improve their life quality.

  • KEY WORDS: sLA - disfagia - frequenza fondamentale. ALs - dysphagia - fundamental frequency.