Stato dell’arte e nuove direzioni della terapia in utero e post-natale del citomegalovirus



  • SARA ORNAGHI, PATRIZIA VERGANI
  • Vol. 4 (No. 3) 2019 Settembre-Dicembre - Articolo Originale, 267-272
  • Full text PDF
  • Versione Italiana: Il citomegalovirus (CMV) è la più comune infezione virale congenita a livello mondiale. È la causa principale di sordità neurosensoriale non ereditaria in neonati e bambini e l’agente eziologico virale più frequentemente responsabile di anomalie cerebrali e alterazioni dello sviluppo neurocognitivo infantile. L’infezione congenita da CMV può essere sintomatica, con differenti gradi di severità fino alla letalità, o asintomatica. Sia i neonati sintomatici che quelli asintomatici sono a rischio per lo sviluppo di sequele neurocognitive a lungo termine, fra cui principalmente la sordità. Data l’assenza ancora a oggi di un vaccino anti-CMV efficace, le opzioni terapeutiche disponibili sono rappresentate unicamente da farmaci antivirali con intrinseco potenziale teratogenico e tossico. Ciò determina importanti limitazioni per il loro utilizzo in donne gravide e nei neonati, ovvero durante il delicato periodo di sviluppo fetale intrauterino e neonatale dopo la nascita. In questo lavoro, procediamo a una dettagliata revisione dello stato attuale dell’arte delle terapie per il CMV congenito. Inoltre, tramite un’analisi approfondita della letteratura disponibile, forniamo un accurato aggiornamento riguardo nuovi potenziali approcci terapeutici a tale patologia, con possibilità di utilizzo sia durante la vita intrauterina che quella postnatale.

    English Version: Cytomegalovirus (CMV) is the most common congenital infection worldwide. It is the leading cause of non-hereditary hearing loss in neonates and children and the most frequent viral cause of brain anomalies and abnormal neurocognitive development. Congenital CMV can be symptomatic or asymptomatic. Symptomatic infection can be severe and life-threatening. Both symptomatic and asymptomatic neonates are at risk of developing long-term neurocognitive sequelae, of which neurosensorial hearing loss is the most common. No effective vaccine is currently available. Although antiviral drugs approved to treat CMV show some efficacy, their use is limited during pregnancy and in newborns due to substantial teratogenic and toxic potential. Here we provide a detailed and updated review of the state of the art and novel directions of therapy for congenital CMV.

  • KEY WORDS: Citomegalovirus - Infezione - Congenito - Terapia - Sintomi - Sordità. Cytomegalovirus - Infection - Congenital - Therapy - Symptoms - Hearing loss.